Alcázar di Cordova

Alcázar di Cordova

Con più di 600 anni di storia, l'Alcázar de los Reyes Cristianos è uno dei monumenti più visitati di Cordova. Scopri le sale di quest'edificio che, nella storia, è stato caserma militare, residenza reale, carcere, centro amministrativo e molto altro. 

Storia

Dopo la reconquista di Cordova nel 1236, la città iniziò la sua tappa cristiana e cominciarono a costruire numerosi edifici di carattere amministrativo. Alfonso XI ordinò la costruzione dell'attuale Alcázar nel 1329 su un antico alcázar dell'epoca califfale, che anterioremente era stata residenza del governatore romano. Si tratta, dunque, di un monumento chiave per la storia di Cordova

L'Alcázar ebbe un uso esclusivamente militare fino a che, alla fine del XV secolo, i Re Cattolici stabilirono qui la loro residenza per dirigere la riconquista di Granada. Il momento storico più importante vissuto all'interno dell'Alcázar ebbe luogo nel 1486, quando i Re Cattolici si riunirono con Cristoforo Colombo per discutere del viaggio verso le Indie. Una scultura tra i giardini dell'Alcázar rappresenta proprio il momento in cui ci celebrò l'evento che determinò la scoperta delle Americhe.  

A partire dal XVI secolo, l'Alcázar appartenne all'Inquisizione fino a quando, con l'abolizione di questa pratica, diventò un carcere civile. La Galleria dell'Inquisizione di Cordova raccoglie numerosi utensili che raccontano questo capitolo oscuro della storia. 

Nel 1955, l'Alcázar de los Reyes Cristianos divenne proprietà del Comune di Cordova. 

Un tour dell'Alcázar

L'Alcázar di Cordova è ubicato a pochi metri dal Guadalquivir e si erge sulle fondamenta dell'antico Alcázar musulmano collegato ai bagni califfali. L'Alcázar cristiano è circondato da mura difensive, dato il suo carattere militare. Oggi, è possibile osservare quattro delle sue torri originali.

L'interno di questo complesso alberga numerose sale reali con oggetti storici di grande valore. Nei corridoi che collegano le varie sale, inoltre, è possibile contemplare un sarcofago del III secolo

La sala più sorprendente è il Salón de los Mosaicos, che ospita un'importante collezione di mosaici di epoca romana, trasportati dalla loro posizione originale in Plaza de la Corredera.

Degno di nota è anche il cortile in stile arabo che ospita questo edificio di epoca cristiana, il Patio Morisco. La sua struttura e la sua decorazione ricordano il Cortile dei Leoni dell'Alhambra di Granada, anche se il patio morisco dell'Alcázar fu costruito 50 anni prima.

Una delle parti più affascinanti dell'Alcázar de los Reyes Cristianos sono i bagni reali di Doña Leonor, amante di Alfonso XI, che seguono il modello dei bagni arabi.

I Giardini dell'Alcázar

I giardini dell'Alcázar furono costruiti a metà del XX secolo sugli antichi Orti dell'Alcázar. Si tratta di una superficie di 30.000 m2 piena di fontane, stagni, palme, cipressi aranci e limoni. 

La bellezza unica di questo luogo si somma alla sua importanza storica. La regina Isabella la Cattolica era solita passeggiare nei giardini dell'Alcázar mentre leggeva. È, con ogni probabilità, la parte migliore dell'Alcázar. 

Non perderti neanche un dettaglio

L'Alcázar è un monumento imprescindibile che vale la pena visitare. Se volete, potete unire le visite a due dei monumenti più importanti della città con un tour della Moschea e dell'Alcázar di Cordova con guida in italiano. Se invece, avete poco tempo e preferite un tour ancora più variegato, vi consigliamo di dare un'occhiata al tour completo di Cordova

Orario

De martedì a venerdì: dalle 8:30 alle 20:15.
Sabato: dalle 8:30 alle 16:30.
Domenica e festivi: dalle 8:30 alle 14:30.

Prezzo

Biglietto standard: 4,50 (5,20US$)
Sudenti accreditati: 2,25 (2,60US$)
Over 65: ingresso gratuito.
Minori di 13 anni: ingresso gratuito.

Trasporto

Autobus: linee 3 e 6.